Marzo 2013

29 marzo 2013 – Non sarà ai Miei Piedi che essi cadranno. Non saranno i Miei Piedi che baceranno, ma quelli dei Miei servitori, dei Miei seguaci e dei Miei peccatori

Non sarà ai Miei Piedi che essi cadranno. Non saranno i Miei Piedi che baceranno, ma quelli dei Miei servitori, dei Miei seguaci e dei Miei peccatori
Venerdì, 29 marzo 2013, alle ore 19:00

Terzo Messaggio del Venerdì Santo

Mia amatissima figlia, quando Giuda Iscariota Mi tradì, tenne la Mia Testa e Mi baciò sulla Guancia. Quando coloro che guidano la Mia Chiesa, diranno di amarMi e poi Mi tradiranno, voi vedrete chiaramente, il bacio del loro tradimento. Non sarà ai Miei Piedi che essi cadranno. Non saranno i Miei Piedi che baceranno, ma quelli dei Miei servitori, dei Miei seguaci e dei Miei peccatori.

Mostrare interesse per i bisogni di altri esseri umani è ammirevole, ma quando voi sostenete le necessità del benessere fisico degli uomini, mettendole al di sopra delle loro necessità spirituali, non Sono Io, Gesù Cristo, che voi seguite.

L’umanesimo non si basa sul Cristianesimo e non dev’essere mai confuso con esso. Essere Cristiani significa arrendersi completamente a Me, abbandonando voi stessi in piena umiltà ai Miei Piedi. Significa permetterMi di guidarvi. Significa obbedienza alle Mie Leggi e fare tutto ciò che potete per dare l’esempio del Mio Amore per tutti voi. Oggi, Io Sono stato tradito.

Voi non potete essere ingannati per molto tempo, né potreste esserlo, poiché una volta che la Casa di Dio verrà attaccata dal suo interno, niente, solo il disordine, potrà risultarne. Dovete tirare su la vostra croce e seguirMi, poiché presto verrete bendati, inciamperete e cadrete nel buio.
Senza la Luce di Dio non sarete in grado di vedere.

Il vostro Gesù

Annunci

Discussione

I commenti sono chiusi.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo sitoweb e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 6.225 follower

Archivi

visitatori

  • 8,596,606 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: