Novembre 2011

14 novembre 2011 – La Mia Parola non viene respinta per la paura, ma a causa del peccato d’orgoglio

La Mia Parola non viene respinta per la paura, ma a causa del peccato d’orgoglio
Lunedì, 14 novembre 2011, alle ore 20:15

Mia amatissima figlia, perché le persone complicano i Miei Insegnamenti? Tantissimi tra i Miei figli fraintendono e sottovalutano la Mia grande Misericordia. Nonostante Io abbia promesso numerose volte ai Miei figli il perdono dei loro peccati, essi hanno ancora paura che Io non possa perdonare qualsiasi peccato a prescindere da quanto grave esso sia.

Il male nel mondo è causato dall’odio che Satana ha nei confronti dell’Umanità. Quei poveri peccatori illusi, che seguono pedissequamente la via della menzogna, sono i Miei amati figli. Io amo ciascuno di loro e continuerò ad amarli, nonostante l’oscurità della loro anima. Il Mio Amore è eterno e, nel momento in cui esso raggiungerà tutte le anime, non morirà mai. Io Sono pronto a perdonarle pienamente e ad abbracciarle tutte. Io Sono preparato a fare di tutto per riportare ciascun peccatore nel Mio gregge, senza tenere conto del modo in cui Mi offende.

A Satana sarà impedito di rubare tali anime, ma sarà solo quando i peccatori abbandoneranno lo scudo dell’orgoglio, che potranno tornare a Me e far nuovamente parte della Mia amata famiglia. Non fraintendete. Io posso solo portare le anime più vicino a Me. Non posso costringerle ad amarMi. Non posso costringerle a voler entrare nel Mio Regno del Paradiso. Come prima cosa esse dovranno accettare la Mano della Mia Riconciliazione, mediante il loro libero arbitrio.

Come ti ho detto più volte, figlia Mia, Io Sono innanzi tutto un Dio di Misericordia. La Mia Giustizia si concretizzerà, ma solo quando sarà stata presa qualsiasi esauriente misura, per salvare ogni singola anima sulla Terra.

Figlia Mia, quest’Opera non sarà mai facile per te, in quanto ti ho affidato questo sacro compito, di una grandezza tale, che esso richiederà un’enorme forza da parte tua. Tu sei fatta per essere forte. Sei stata addestrata per quest’Opera, da quando sei uscita dal grembo di tua madre. Tutte le tue risposte alle Mie istruzioni più sacre, sono state date secondo il Mio divino piano per l’Umanità. È perché tu sei unita a Me, che subisci lo stesso rifiuto che Io ho dovuto sopportare durante il Mio tempo sulla Terra, lo hai dimenticato? Quello stesso rifiuto da parte di coloro che si vantano della loro conoscenza intellettuale circa i Miei Insegnamenti, allo scopo di respingere questi Miei Messaggi, di cui tu oggi dai testimonianza nel mondo. Quelle anime piene d’orgoglio e della loro presunta conoscenza della Sacra Scrittura, non riescono a capire tutto ciò.

I Miei Insegnamenti sono molto semplici. Includete qualsiasi raffinato linguaggio e prosa che vi piace, la Verità rimane come è sempre stata. Amatevi gli uni gli altri come Io vi amo. Sarà solo quando mostrerete rispetto e amore reciproco, che potrete veramente proclamare la Mia Parola.

C’è molta confusione, figlia Mia. Nei Miei figli, è stato instillato tantissimo terrore e paura nei Miei figli a proposito del loro futuro. Se solo le anime si calmassero e pregassero per ottenere la Misericordia, allora le loro preghiere verrebbero esaudite. I disastri possono essere mitigati e lo saranno. Tenete viva la speranza nelle vostre anime, figli. Non infangatevi mai giudicandovi l’un l’altro e naturalmente non fate mai questo nel Mio Nome.

Chi osa giudicare un altro con lo scherno, in nome del Cristianesimo, dovrà fare i conti con Me. Anche colui che pecca contro i Miei profeti dovrà risponderne a Me. La Mia Parola non viene respinta per amore. La Mia Parola non viene respinta per paura. No, essa viene respinta a causa del peccato d’orgoglio.

Il vostro Salvatore
Gesù Cristo

Annunci

Discussione

I commenti sono chiusi.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo sitoweb e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 6.220 follower

Archivi

visitatori

  • 8,626,329 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: