novembre 2012

23 novembre 2012 – Miei amati sacerdoti e servitori consacrati, non abbiate paura della Mia Parola

Miei amati sacerdoti e servitori consacrati, non abbiate paura della Mia Parola
Venerdì, 23 novembre 2012, alle ore 21:45

Mia amatissima figlia, la persecuzione contro i Miei profeti e i veggenti ora s’intensifica, dato che l’opposizione ai Messaggi aumenta.

Dico a coloro tra di voi, specialmente ai Miei amati sacerdoti e ai servitori consacrati, di non aver paura della Mia Parola. La paura e l’insicurezza che state provando non vengono da Me. Se tutto ciò non viene da Me, allora dovreste chiedervi da dove viene.

La Mia Santa Parola è sempre stata contestata. Durante la Mia Vita sulla Terra, i sacerdoti di allora, i Farisei, fecero tutto il possibile per discutere con Me. Provarono in ogni occasione a farMi inciampare, ponendoMi delle domande, concepite per farMi contraddire la Parola di Dio, ma non ci riuscirono.

Io rimasi in silenzio quando cercarono di farMi rispondere alle domande a cui essi sapevano che Io non volevo dare risposta. Vedete, anche se essi praticavano la loro religione, tenevano delle cerimonie elaborate e si ornavano con abiti costosi, gli mancava una cosa. Essi non possedevano un grammo di umiltà, poiché pensavano erroneamente che, a motivo del loro ruolo di servitori consacrati, fossero al di sopra dei loro fratelli.

Essi discussero, predicarono e presentarono in pubblico, come dei profeti, la Santa Parola di Mio Padre. Eppure non capirono realmente la promessa fatta da Lui, né le lezioni che Egli diede loro attraverso i profeti. Non riuscirono ad accettare che il momento della venuta del Messia promesso stava avvenendo proprio nel loro tempo.

Essi credevano che questo evento si sarebbe realizzato nel futuro.

Si sentivano confusi dalle Mie risposte, dai Miei Insegnamenti e dalla vita semplice che Io conducevo. Tuttavia, essi si sentivano attratti da Me e continuavano a venirmi dietro, ancora e ancora, per sfidarMi.

Si sentivano anche minacciati dalla Mia conoscenza sulle questioni spirituali, un fatto che non potevano negare.

Mi tormentavano. Io rispondevo alle loro domande secondo la Santa Volontà di Mio Padre. In seguito, quando puntarono rabbiosi il loro dito contro di Me, rimasi in silenzio.

A causa della loro dichiarata conoscenza della Parola di Dio, caddero nella trappola preparata dall’ingannatore. Credevano che la loro conoscenza fosse superiore alla Mia.

La gerarchia, a più livelli, della chiesa che avevano creato, era come una monarchia reale. Il re che essi onoravano non era Dio, ma i propri re, nominati da loro. Il livello più elevato aveva pochi rapporti con i servi di livello inferiore che gestivano le loro tribù. Riguardo all’uomo povero e umile, essi avevano poco tempo da dedicare a lui.

Quanto hanno offeso il Padre Mio! Quanto Mi hanno torturato! Essi avevano il sangue di molti sulle loro mani, eppure riuscirono, agli occhi della gente, a risultare puliti.

La loro istruzione, li portò a credere che solo essi potevano interpretare correttamente le Sacre Scritture. La Mia Parola fu trattata come un’eresia.

Lo stesso succede oggi. Pochissimi dei Miei servitori consacrati sono preparati alla Mia Seconda Venuta. La loro attestazione di ministri santi della Mia Chiesa può creare una divisione che Io non ho autorizzato. Questi uomini dotti in teologia, con molti anni di formazione alle spalle, non riescono a capire i Miei Insegnamenti e le profezie, né il modo in cui Io parlo.

Quelli di voi che dubitano della Mia Parola o che cercano di inventare delle presunte differenze, confrontandola con la loro conoscenza imperfetta delle Sacre Scritture, devono fermarsi immediatamente. Non avete imparato niente! Non riconoscete che il tempo è vicino e che Io vi sto preparando? Sono molti i nemici della Mia Santa Missione che deve prepararvi alla Mia Seconda Venuta. Gli attacchi sono feroci. Ad ogni svolta, dietro ogni angolo ed ogni passo che Io faccio attraverso questi Messaggi, devo affrontare degli ostacoli.

Se non accettate la Mia Promessa circa il fatto che verrò ancora una volta, allora dovreste rivolgere a voi stessi la seguente domanda: “Qual è il mio ruolo nel Nome di Dio? Si tratta semplicemente di amministrare i Santi Sacramenti?” No, non è solo questo il ruolo per il quale siete stati chiamati.

Quando attaccate i Miei Messaggi così come fate voi, Mi fate piangere di tristezza e di frustrazione.

Non siete stati avvertiti di mantenervi vigili, poiché non conoscete il giorno, né l’ora in cui Io sarei ritornato? È giunto per voi il momento di risvegliare il vostro spirito, leggere le Parole contenute nel Libro di Mio Padre e quindi di pregare perché Io vi benedica con il Dono del discernimento.

Voi, tra quelli che Mi respingono, perché sono cauti e preoccupati che non Sia Io, il loro Gesù, che parla, ebbene, Io vi perdono. Capisco quanto sia difficile, ma, con il tempo, sentirete il Mio Amore avvolgervi

Quanto a coloro tra di voi, che si rifiutano di ascoltarMi, sono colpevoli del peccato d’orgoglio.

Riguardo a voi, che denunciate pubblicamente la Mia Parola, facendola a pezzi e affermando che i Miei Messaggi vengano dal maligno, per Me siete persi. Nonostante la vostra arrogante convinzione che la conoscenza delle questioni spirituali mediante i libri, vi renda più degni di parlare nel Mio Nome, siete così lontani, che dovreste sapere quanto segue.

PortateMi un’anima semplice, dal cuore puro e che Mi ama per ciò che Io Sono ed essa si unirà a Me nel Paradiso.

Portate a Me un’anima piena d’orgoglio che grida ad alta voce la Parola di Dio ed Io la metterò da parte.

Confidate in Me con il cuore umile ed Io verserò su di voi le Mie Grazie.

AmateMi senza condizioni e riconoscerete la Mia Voce in questo momento. Voi siete delle anime fortunate. Eppure sono le anime che si sono allontanate da Me che Io bramo e desidero di più.

Oh, venite a Me, Miei servitori consacrati. Vi rivelo la Verità perché voglio che rinnoviate la vostra fedeltà a Me. La disobbedienza ai Miei Insegnamenti ed il mancare di riconoscere la vostra debolezza portano il dissenso tra di noi.

Quei servitori consacrati che hanno commesso dei gravi peccati nella carne, devono venire a Me così che Io possa tenerli stretti. Riconoscete i vostri peccati ed Io rinnoverò la vostra anima, affinché siate idonei per aiutare a salvare delle altre anime, prima che Io torni di nuovo.

Dovete ascoltare. Se avete dei dubbi allora Io lo accetto. Se invece cercate di danneggiare i Miei profeti, soffrirete per questo. Sarebbe meglio che voi restiate in silenzio. Dovete essere disposti ad ascoltare e ad umiliarvi davanti ai Miei Occhi. Solo allora sarete idonei a rappresentare il Mio Corpo sulla Terra.

Il vostro Gesù

Annunci

Discussione

I commenti sono chiusi.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo sitoweb e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 6.222 follower

Archivi

visitatori

  • 8,621,667 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: