Luglio 2011

15 luglio 2011 – L’Esecuzione, l’Eutanasia, l’Aborto ed il Suicidio

L’Esecuzione, l’Eutanasia, l’Aborto ed il Suicidio
Venerdì, 15 luglio 2011, alle ore 17:30

Figlia Mia, quando i Miei figli provano amore nei loro cuori possono essere certi che Io Sono presente nelle loro anime. Il Mio Amore manterrà forti i Miei figli quando meno se lo aspettano. Questo è altrettanto vero per i peccatori induriti la cui parvenza esteriore nasconde, molto spesso, un cuore tenero.

Ogni singola persona sulla Terra è un figlio creato da Dio il Padre. A motivo di questo, la Luce permane dentro ogni persona, sebbene essa possa essere molto debole nel momento in cui le anime vengono trascinate nell’oscurità. Ciononostante, la Mia Luce è ancora presente, poiché senza di essa ci sarebbe una completa oscurità, nella quale non riuscirebbero ad agire. È quando le anime raggiungono uno stato di terribile oscurità che molto spesso ricorrono al suicidio. Ciò avviene quando, a causa della debolezza dell’anima e dello spirito, Satana s’impadronisce di tali anime convincendole a mettere fine alle loro vite. Molti dei Miei seguaci non capiscono le condizioni in cui, un’oscurità del genere può ridurre un’anima, quindi essi devono pregare intensamente per questi figli che si trovano in un tale stato di disperazione.

Dio, il Mio Eterno Padre, è sempre Misericordioso e aiuterà continuamente queste anime, molte delle quali stanno soffrendo a un punto tale che le loro menti non sono più in grado di agire nel pieno delle proprie facoltà. Un peccato mortale può essere compiuto solamente quando una persona, nel pieno delle proprie facoltà mentali, ha delle chiare intenzioni, ossia quando lui o lei sa che ciò che sta facendo è sbagliato. Dunque, vi prego, di non pensare che queste anime siano completamente perdute, poiché molte non sanno ciò che stanno facendo.

Siate consapevoli che l’eutanasia è disapprovata da parte del Padre Mio e non è neppure tollerata, poiché nessun uomo può consciamente togliere la vita a un altro. Nessuna ragione può essere avanzata per giustificare tutto ciò nel Nome del Padre Mio. La tolleranza potrebbe essere presentata quale parte di una discussione relativa al trattamento umano, allo scopo di giustificare quest’azione, ma nessun uomo, eccetto il Padre Onnipotente può decidere la data della morte, poiché non è un diritto dell’uomo. Non gli verrà mai data l’autorità di compiere questo peccato mortale.

Viene accampata ogni scusa, da parte dell’uomo, nel togliere la vita di un altro, eppure nessuna di esse verrà accettata come giusta, in nessuna circostanza. Questo vale per l’esecuzione, il peccato dell’aborto e l’eutanasia. Voi tutti ora vegliate e ricordate che sarete giudicati severamente, doveste voi infrangere il più Sacro di tutti i Comandamenti del Padre Mio: Non Uccidere. Ricordate che c’è un solo Dio e soltanto Lui può decidere quando la vita deve essere presa. Violate questo Comandamento in piena coscienza di ciò che state facendo e soffrirete il tormento dell’Inferno per l’eternità.

Per favore, vi imploro di non capitolare alle pressioni di Satana che, costantemente, incoraggia a togliere la vita, in modo che possa impadronirsi delle anime che altrimenti sarebbero state destinate al Regno Glorioso del Padre Mio.

Il vostro Divino Salvatore
Maestro e Redentore, Gesù Cristo

Annunci

Discussione

I commenti sono chiusi.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo sitoweb e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 6.220 follower

Archivi

visitatori

  • 8,626,369 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: