Gennaio 2011

14 gennaio 2011 – Come entrare in Cielo: Il ruolo della sofferenza

Come entrare in Cielo: Il ruolo della sofferenza
Venerdì, 14 gennaio 2011, alle ore 10:00

Mia amata figlia, il modo in cui Io comunico con te sta cominciando a cambiare. Mentre nei Miei Messaggi precedenti ho avvertito i Miei figli dell’urgenza di pentirsi al fine di ottenere la salvezza, le Mie prossime comunicazioni mireranno ad aiutare le anime a tendere verso la perfezione spirituale.

Il Paradiso, figlia Mia, sebbene sia la legittima casa di ognuno di voi, non è un luogo facile ove entrare. L’entrata è piccola e solo un certo numero può entrare attraverso di essa. Per entrare, le anime devono mostrare umiltà e mettersi interamente nelle Mie Mani. Devono mettere da parte l’orgoglio, la volitività, l’impazienza e l’attaccamento che hanno per le cose materiali su questa Terra, se vogliono entrare in Cielo.

Tutti i Miei figli che stanno iniziando il loro cammino spirituale verso di Me, ora che hanno capito la Verità, hanno bisogno di lavorare sodo adesso, per venire a conoscenza delle qualità essenziali per entrare nel Regno del Padre Mio.

L’importanza dell’umiltà
L’umiltà è una parola che molti dei Miei figli capiscono attraverso i Miei Insegnamenti. Sebbene molti dei Miei seguaci comprendano perché sia importante, sono confusi su ciò che essa realmente implica. L’umiltà significa sincerità. Significa accettare con dignità le prove, le sfide e gli abusi che vi troverete ad affrontare, specialmente quando verrete nel Mio Nome. Il Mio miglior consiglio è questo: pensate a voi stessi come ad un fanciullo, un semplice bambino innocente, senza alcuna conoscenza della società malvagia di cui avete normalmente fatto esperienza come adulti. Comunicate incessantemente con Me mediante le vostre preghiere e attraverso gli occhi e il cuore di un bambino.

Mantenete semplici sia le preghiere sia il modo di comunicare. Non mi aspetto che voi recitiate tutte le Preghiere che sono state tramandate per Amore al mondo. Alzate lo sguardo e condividete i vostri problemi con Me. Condividete le vostre sofferenze. Passatele a Me. Sarete grandemente ricompensati quando accetterete il dolore o le sofferenze nelle vostre vite, per Me. Questo potreste non capirlo, ma se accettate, voi state salvando molte anime e gli state spianando la strada per entrare in Cielo. Questo fatto non vi sarà rivelato, finché anche voi non sarete entrati in Cielo, dove farete l’esperienza della gloria per il vostro generoso dono nei Miei confronti.

Non perdete la padronanza di voi stessi nel difendere la vostra Fede
Quando mostrate umiltà, significa che accettate ciò che accade intorno a voi, per quanto doloroso possa essere. Mostrate dignità in ogni momento, anche quando il Mio Nome viene disprezzato in vostra presenza. Difendetevi con ogni mezzo e con passione, se lo desiderate, ma non rigettate mai l’oltraggiatore disprezzandolo pubblicamente.

Spiegate la Verità dei Miei Insegnamenti con calma. Non perdete la padronanza di voi stessi. Non mostrate di aver paura neanche dell’offensore. Siate saldi! Difendete voi stessi, ma solo ribadendo i Miei Insegnamenti. Non abbiate paura di parlare apertamente della Verità. Non confondete l’umiltà con la codardia. Alcuni dei Miei seguaci, che capiscono l’importanza dell’umiltà e la sua rilevanza nella santificazione delle anime, confondono questo con lo stare in silenzio quando il Mio Nome viene deriso in pubblico. Sì, voi non dovreste mai giudicare la persona che mette in ridicolo Me o il Mio Eterno Padre o, addirittura, la Mia amata Benedetta Madre, ma dovreste tener testa in difesa della Verità.

Il dolore: un Dono di Dio
Quando Mi parlate, come dei bambini, capite questo. Se aprirete i vostri cuori e porrete tutta la vostra fiducia in Me, allora Io vi guiderò quando voi patirete il dolore su questa Terra. Non voltateMi le spalle! Sebbene sia atrocemente doloroso, figli Miei, considerate il dolore un Dono di Dio, una benedizione, per il fatto che la purificazione ha luogo attraverso il dolore e la sofferenza. Offrite a Me le vostre sofferenze. Facendo così, ridurrete il tormento che Io sopporto ogni giorno, ripetutamente, quando provo il dolore della Mia Passione sulla Croce, poiché vedo l’orrore nel mondo d’oggi.

La Purificazione che avviene quando voi accettate il dolore o la sofferenza, per quanto faccia male nel momento in cui la offrite in sacrificio, con gioia, per la salvezza dell’umanità, non può essere veramente compresa da voi, figli Miei. Ma appena vi avvicinerete a Me, aprendo i vostri cuori, consegnandoMi la vostra volontà e abbandonandovi completamente a Me, comprenderete di più. Capirete che è solo facendo così che sarete uniti a Me. E quando lo farete, le vostre prove e sofferenze sulla Terra saranno alleviate. Con il tempo, accetterete la sofferenza con la gioia nei vostri cuori, in particolare quando Me la offrite come dono.

La sofferenza è un Dono di Dio e viene permessa. Le anime che voi aiuterete a salvare, vi garantiscono un posto nel Regno del Padre Mio.

Questi Insegnamenti non sono una novità, figli Miei. Solo che non vi è mai stata ricordata questa semplice Verità. I Miei Messaggi e gli Insegnamenti non sono mai cambiati. Essi sono semplici e sono riassunti nei Vangeli e nei Dieci Comandamenti. Ricordate solo che quando offrite voi stessi per qualcuno, voi vi offrite a Me. Mostrate amore al vostro prossimo e mostrerete amore a Me.

Trattatelo nel modo in cui voi stessi vi aspettereste di essere trattati. E non dimenticate mai che, quando vi ritrovate ad arrabbiarvi con gli altri e siete tentati di fare loro del male o di punirli in qualche modo, Io Sono presente in loro, anche in quelli che Mi odiano. Infliggete un danno a qualcuno dei Miei figli e farete lo stesso a Me.

Con il tempo, figli Miei, tutte queste azioni gentili avranno un senso. Pregate ogni giorno per avere la forza di vivere la vostra vita nel Mio Nome. Sappiate che ogni volta che voi perdonate un altro, benché possa sembrare un nemico, voi fate allargare il Mio Cuore d’Amore e Misericordia. Per quello, riceverete la felicità eterna in Cielo.

Pregate per chiedere la perseveranza. Imitate la Mia Vita! Non sarà facile! Ma le vostre azioni, per quanto piccole, aiuteranno le anime.

Il vostro amato Maestro e Salvatore
Gesù Cristo, Uno con Dio, il Padre Eterno e lo Spirito Santo

Advertisements

Discussione

I commenti sono chiusi.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo sitoweb e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 6.233 follower

Archivi

visitatori

  • 8,521,084 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: