Luglio 2012

29 luglio 2012 – È il peccato dell’aborto che causerà la caduta di molte nazioni e per tale motivo saranno punite severamente

È il peccato dell’aborto che causerà la caduta di molte nazioni e per tale motivo saranno punite severamente
Domenica, 29 luglio 2012, alle ore 20:10

Mia amatissima figlia, l’apostasia nel mondo ha confuso i figli di Dio circa l’esistenza del peccato.

Molte anime, quando pensano al peccato, istantaneamente pensano ai peccati più gravi come ad esempio l’omicidio. Il peccato assume molte forme. Tristemente, poiché il peccato non è stato più preso in considerazione in quanto tale, se non come mancanza o tratto distintivo del carattere, esso ora è ritenuto essere solo una debolezza naturale. Molti non credono più nel peccato.

L’aborto, dopo l’omicidio del proprio fratello, è la più grande forma di genocidio nel mondo. Eppure, esso non solo viene tollerato, ma vengono introdotte delle leggi, da parte delle vostre nazioni, le quali lo ritengono una necessità. È il peccato dell’aborto che causerà la caduta di molte nazioni e per tale motivo saranno punite severamente. L’aborto è un atto spregevole e cancella generazioni di figli di Dio che non possono difendersi da soli. Nessuno potrà uccidere un figlio di Dio ed evitare una severa punizione.

Durante il Castigo, la Collera di Mio Padre sarà testimoniata da quelle nazioni che hanno legalizzato l’aborto. Esse saranno spazzate via e non gli sarà mostrata nessuna compassione, proprio come esse non hanno mostrato alcun rimorso per questo peccato mortale, allorché hanno legittimato l’uccisione dei figli di Dio nel grembo materno. Io grido a gran voce verso coloro che astutamente cercano di liberalizzare l’aborto come un qualcosa di necessario per proteggere i diritti di una madre. Le menzogne vengono usate per camuffare l’atrocità dell’aborto che sfida la Legge di Dio. Qualsiasi legislatore, dottore o qualunque altra persona contribuisca in qualche modo a tale abominevole atto, è colpevole di questo peccato, agli Occhi di Dio e subirà la punizione che gli spetta.

A quanti legittimano l’esecuzione, Io dico questo: “Voi, che condannate un uomo alla pena di morte, siete colpevoli dello stesso crimine del quale egli potrebbe essere colpevole. In questo caso, siete colpevoli d’omicidio e ciò è un peccato mortale. Non vi è stato dato il diritto di prendere una vita, né di giudicare. Solo Io, Gesù Cristo, ho il diritto di Giudicare. Chiunque contribuisca alla morte di un omicida, attraverso l’atto dell’esecuzione, soffrirà nelle fiamme dell’Inferno per l’eternità, a meno che non si penta.

Tantissimi tra di voi credono nella legge dell’occhio per occhio. Quanto siete sviati. Non accettate i Comandamenti di Mio Padre? Non uccidere! “Non uccidere” si applica anche a quegli eserciti aggressivi che marciano in terre che non appartengono loro, allo scopo di controllarle. Si applica agli eserciti che sparano ed uccidono delle anime innocenti. Tutto ciò è omicidio, ed è contro la legge di Mio Padre.”

Altri peccati come ad esempio l’avidità, la lussuria, il parlar male degli altri, il privare la gente di ciò che le appartiene di diritto, la vendetta e la calunnia, portano a tutti gli altri peccati. Essi sono diventati accettabili nel vostro mondo, perché oggi, il vostro più grande amore è per voi stessi. La menzogna, che siete stati costretti ad ingoiare dai vostri falsi maestri, ossia l’autogratificazione, è la vostra strada per il peccato. Vi è stato detto che dovete spendere il vostro tempo soddisfacendo la vostra fame di benessere. Vi è stato detto che dovete curare voi stessi, che voi siete le persone più importanti della vostra vita e dovete cercare qualsiasi cosa soddisfi tutti i vostri sensi. Tutti gli altri vengono dopo.

Questo porta ad avidità, egoismo, lussuria e potete essere attirati a commettere il peccato mortale.

Il peccato, ora, sarà accettato dalle vostre nazioni come mai prima. Saranno introdotte delle leggi che legalizzeranno il peccato mortale e guai a chi di voi solleverà delle obiezioni. Coloro che propugneranno tale malvagità vi diranno che queste leggi servono per proteggere gli indifesi quando invece, tutto ciò che fanno, è legalizzare l’omicidio, l’aborto, il matrimonio omosessuale e l’idolatria verso i falsi dèi. Essi legittimeranno la persecuzione nei confronti degli indigenti e li getteranno sulle strade, rendendoli poveri per causa loro. Introdurranno delle leggi che vi forzeranno a smettere di praticare la vostra religione. Così facendo, voi infrangerete le leggi: un peccato ai loro occhi.

Come Io vi ho detto prima il vostro mondo è così pieno di falsità, che il bene è mostrato come se fosse il male ed il male come se fosse il bene. Il vostro mondo è capovolto e, come risultato, il peccato fiorisce.

Io vi esorto a tornare indietro e a studiare i Dieci Comandamenti. Obbedite ad essi e vivete nel modo in cui ci si aspetta da voi agli Occhi di Mio Padre. Infrangete i Comandamenti e peccherete! Sostenete che certi peccati siano accettabili e sfiderete Mio Padre! In questo momento, nel mondo, l’obbedienza alle Leggi di Dio è debole e fragile. Molti dei figli di Dio non hanno sentito parlare con fermezza, da parte dei Miei servitori consacrati, delle conseguenze del peccato.

La tolleranza nei confronti del peccato è il più grande peccato di tutti. La tolleranza è un’astuta bugia seminata nelle menti degli uomini, da Satana, il re delle menzogne. La tolleranza è un altro modo di giustificare il peccato per soddisfare la debolezza dell’uomo, affinché soccomba alla tentazione di Satana. Svegliatevi ed accettate il peccato per quello che è. Discutetene tra di voi e difendete il peccato quanto vi pare, ma non sarà mai accettabile agli Occhi del Padre Mio.

Per entrare in Paradiso dovete essere liberi dal peccato. Per essere liberi dal peccato dovete pentirvi. Per pentirvi dovete prima di tutto accettare i Dieci Comandamenti. Successivamente, dovrete mostrare pentimento. Il vero pentimento può essere sentito solo da coloro che si umiliano davanti a Me.

Solo allora il peccato può essere perdonato. Solo allora le anime sono adatte per entrare nel Regno del Padre Mio.

Il vostro Salvatore,
Gesù Cristo

Advertisements

Discussione

I commenti sono chiusi.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo sitoweb e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 6.233 follower

Archivi

visitatori

  • 8,521,084 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: