Giugno 2012

21 giugno 2012 – Venite a Me, tutti voi che vi sentite indegni. Io vi sto aspettando

Venite a Me, tutti voi che vi sentite indegni. Io vi sto aspettando
Giovedì, 21 giugno 2012, alle ore 00:05

Mia amatissima figlia, i Miei seguaci devono capire che, come ogni buon genitore, Io voglio sempre ciò che è meglio per loro. Io non darò mai loro qualsiasi cosa richiedano, a meno che non sia secondo la Mia Santissima Volontà.

Io non lascerei mai che si allontanino dalla via della Verità, senza persuaderli a ritornare da Me. Cercherò sempre di proteggerli da ogni male. Li punirò anche per qualsiasi iniquità. Mi adirerò, e ne sono capace, quando fanno del male ad altri. Li perdonerò anche quando fanno del male, se saranno veramente dispiaciuti per l’errore del loro comportamento. Io Sono paziente. Non Mi turbo facilmente e non potrei mai serbare rancore.

Questo è il motivo per cui anche coloro che vagano perduti e che si sentono vuoti dentro dovrebbero chiederMi di sostenerli, amarli e di portare loro il Divino Amore che recherà loro la vera pace. Tantissime persone si sono perdute e Mi hanno dimenticato. Molti, a causa delle vite peccaminose che hanno condotto, sono riluttanti a tornare da Me. Si sentono a disagio, non sanno come pregare e credono erroneamente che per loro sia troppo tardi. Come si sbagliano! Non devono mai dimenticare che Io ho offerto in sacrificio la Mia Vita terrena per ognuno di voi.

Io non rinuncio alle anime così facilmente. Amo tutti coloro che, a causa delle loro azioni, opere e pensieri, infrangono le Leggi di Mio Padre. Voi siete preziosi per Me. Io vi amo, proprio come amo tutti i figli di Dio.

Non dovete mai ritenere di essere amati di meno perché peccate. Il peccato, anche se abominevole nei Miei confronti, è la macchia con la quale siete nati. È pressoché impossibile per qualsiasi anima sulla terra non peccare. Non dovreste mai pensare che Io non potrei mai aiutarvi o accogliervi tra le Mie Braccia.

Voi sarete in prima fila per entrare nel Mio Nuovo Paradiso sulla terra, che durerà mille anni, qualora vi rivolgiate a Me. Tutto quello che Io chiedo è che voi parliate con Me attraverso queste parole:

(Preghiera della Crociata n. 62 – Per i peccatori perduti e senza aiuto)

“O Gesù, aiutami perché io sono un peccatore perduto, senza aiuto e nelle tenebre. Sono debole e non ho il coraggio di cercarTi. Dammi ora la forza di invocarTi, in modo che io possa separarmi dalle tenebre presenti nella mia anima. Portami verso la Tua Luce, caro Gesù, e perdonami. Aiutami a divenire di nuovo integro e conducimi verso il Tuo Amore, la pace e la Vita Eterna. Confido completamente in Te e Ti chiedo di accogliermi in mente, corpo e anima mentre mi abbandono alla Tua Divina Misericordia. Amen.”

Venite a Me, tutti voi che vi sentite indegni. Io vi sto aspettando. Tutto ciò che vi viene richiesto è di tendere la vostra mano e raggiungerMi. Io ascolto, capisco, piango e vi amo. Io non rinuncerò mai fino a quando voi non sarete tra le Mie Braccia e la Mia Divina Misericordia non avrà inondato la vostra anima.

Presto potrete finalmente vedere la Verità della Mia grande Misericordia. I vostri dubbi svaniranno, come un guscio esterno, per rivelare la vostra anima che sarà riempita dalla Luce e voi verrete correndo verso di Me. Attendo quel giorno con grande speranza e gioia. Solamente quando ogni povera anima perduta saprà che solo Io, Gesù Cristo, le posso salvare, il Mio Cuore sarà guarito. Ricordate che Io posso condannare il peccato, ma amo ogni peccatore, a prescindere da quello che ha fatto. Non abbiate mai paura di venire a Me per parlarMi, perché Io vi amo troppo per respingervi quando mostrate vero rimorso.

Il vostro amato Gesù

Discussione

I commenti sono chiusi.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo sitoweb e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 6.178 follower

Archivi

visitatori

  • 9.539.389 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: